venerdì 3 ottobre 2014

Il peso della leggerezza: sculture in carta kozo di Nobushige Akiyama

Buongiorno,
volevo segnalare questa mostra "Il peso della leggerezza: sculture in carta kozo di Nobushige Akiyama" dal 5 ottobre 2014 – 11 gennaio 2015 presso il Palazzo Brancaccio in Via Merulana 248 Roma



Nobushige Akiyama è un artista giapponese che, formatosi alla Art and Design University di Tokyo, ha completato la sua preparazione artistica in Italia, scegliendo Roma come sua residenza. Negli anni ha sviluppato un grande amore per la carta fatta a mano tipica del suo Paese, ed in particolare la carta kozo, ottenuta dalla corteccia del gelso con una complessa lavorazione. Questa carta, utilizzata nelle forme più varie ed in abbinamento con il legno, la resina, il bronzo e il marmo, è diventata la materia della sua scultura.
Un’ampia selezione dei suoi lavori, circa 30, alcuni dei quali site specific, e' esposta nelle sale del Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘G. Tucci’. Il Soprintendente del Museo, Francesco di Gennaro, e la storica dell’arte curatrice delle collezioni d’arte dell’Estremo Oriente, Maria Luisa Giorgi hanno accolto con interesse la proposta espositiva di Akiyama: la mostra si integra, infatti, in una serie di eventi organizzati negli ultimi anni dal Museo, che hanno avuto per oggetto la produzione di artisti contemporanei provenienti da Cina, Corea e Giappone, nonché di artisti italiani che si ispirano all'Oriente.
La personale del maestro Akiyama presso il Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘G. Tucci’ ha ottenuto il sostegno della Japan Foundation, che ha riconosciuto nei lavori dell’artista, eloquenti strumenti di diffusione della conoscenza dell’arte e della cultura giapponese in Italia. Le opere in mostra, oltre a un evidente valore estetico, hanno anche un valore culturologico, permettendo al pubblico italiano di conoscere l’affascinante mondo della carta washi, la tradizionale carta artigianale giapponese. Nel corso della mostra l’artista darà vita ad alcune dimostrazioni durante le quali il pubblico potrà assistere dal vivo alla manifattura della carta, e a dei wokshop, i cui partecipanti stessi fabbricheranno il proprio foglio di carta.

Nessun commento:

Posta un commento